Solarussa

solarussaSolarussa è un conosciuto e rinomato centro agricolo situato nel Campidano di Oristano, lungo il fondovalle del Tirso. I primi insediamenti dell’uomo in quest’area geografica risalgono al periodo nuragico. Sono presenti ancora oggi resti di nuraghi costruiti nelle vicinanza del paese. Una terra così ricca e fertile non poteva che attrarre i Punici della vicina Tharros e successivamente i Romani, che di Solarussa fecero meta di sosta lungo la strada Tharros – Forum Traiani che collegava l’antica città romana di Tharros all’odierna Fordongianus. L’origine del nome pare derivi dall’inconfondibile colore rosso della terra locale. È da rilevare che, proprio in prossimità del villaggio, si trova una località detta ancora oggi “Terra Arrubia” (cioè terra rossa), che avrebbe dato origine al toponimo del villaggio per la colorazione del suo suolo dovuta alla grande fertilità.

L’urbanistica è quella tipica dei paesi a economia agraria del Campidano. A Solarussa, rispetto ad altri paesi campidanesi, in passato era molto forte la distinzione tra le classi sociali. Le case dei medi proprietari terrieri avevano un buon aspetto estetico e stilistico, i balconi erano in ferro battuto, il portone di dimensioni elevate e vicino ad esso era situato lo stemma di famiglia. Esempio classico di tale stile architettonico è la Casa Sanna. Le case dei braccianti, invece, erano tutte costruite in mattoni crudi. Il tetto aveva la parte esterna in tegole e nella parte interna “orri”. Generalmente i servizi igienici delle case dei braccianti erano costruiti fuori del complesso abitativo e quasi sempre vicino alle stalle.

Abitanti: 2.484
Superficie: kmq 31,79
Provincia: Oristano
Municipio: corso F.lli Cervi, 90 – tel. 0782 669570
Guardia medica: via Garibaldi, 9 – tel. 0783 374046
Biblioteca: via Is Grazias, 33 – tel. 0783 374602
Ufficio postale: vicolo Garibaldi, 1 – tel. 0783 374153
Website: www.comune.solarussa.or.it

Annunci